Migrazioni e clima: la lezione dell'Ottocento

I cambiamenti climatici furono tra le cause delle carestie e della povertà dell'Europa del XIX secolo, e sono stati perciò determinanti per alcune delle ondate migratorie negli Stati Uniti.

Le migrazioni legate al cambiamento climatico non sono quindi un fenomeno recente e neppure del remoto passato. Lo dimostra uno studio pubblicato sulla rivista “Climate of the Past” secondo il quale le migrazioni del XIX secolo dalla Germania sud occidentale agli Stati Uniti - dove oggi i cittadini di origine tedesca costituiscono il maggiore gruppo etnico della nazione, con 50 milioni di persone,  tra cui personaggi famosi come il presidente Trump - ebbero tra le loro cause principali le alterazioni del clima.

APPRENDERE IN RELAZIONE

Il toolkit (disponibile in sette lingue) è stato sviluppato dal Consiglio d’Europa per sostenere gli Stati membri nel loro impegno ad affrontare le sfide poste dai flussi migratori, in forte crescita rispetto agli anni precedenti. È stato realizzato come parte del progetto Integrazione Linguistica dei Migranti Adulti (ILMA), nell’ambito del più importante programma di politica linguistica del Consiglio d’Europa.

Concepito per fornire assistenza alle organizzazioni e in particolare ai volontari che offrono supporto linguistico ai rifugiati adulti si presenta come indicazione per chi, nell'associazionismo ma anche nelle scuole, nella società civile in generale, vive il momento del primo approccio con giovani adulti e gruppi familiari migranti di primissimo arrivo, suggerendo strategie efficaci di comunicazione e fornendo strumenti che aprano alla comprensione reciproca, attivino e sviluppino la relazione che è alla base dell'apprendimento linguistico e della interazione delle culture.

Dall'alfabetizzazione all'A1 - Il Sillabo

Sillabo per la progettazione di percorsi sperimentali di alfabetizzazione e apprendimento della lingua italiana a livello Pre A1
Indicazioni
 per l'articolazione del livello Pre A1 antecedente l'A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue

cura degli Enti certificatori dell'italiano L2

Hanno collaboratoElisabetta Bonvino, Sara Di Simone, Francesca Giardini, Silvia GiugniGiuliana Grego BolliLucilla Lopriore,
Eleonora Luzi, Paola MasilloCostanza Menzinger, Sabrina Machetti, Anna Pompei e Lorenzo Rocca

in: NOTA MIUR 23.03.2016, PROT. N. 3298

 

 

L'Integrazione linguistica: fra didattica dell’italiano L2 e certificazione delle competenze

Slide dell'intervento di Lorenzo Rocca, CVCL - Università per Stranieri di Perugia, Conoscenza della cultura civica e della vita civile: sussidi per il cittadino migrante.
Roma il 29 maggio 2015 - Convegno “Integrazione linguistica: fra didattica dell’italiano L2 e certificazione delle competenze”, organizzato da Loescher Editore, Bonacci Editore e La Linea Edu

Pagine