Intercultura

Zeroscuola. Il diritto di imparare

Roma Multietnica - Gio, 23/01/2020 - 12:01

Al via Zeroscuola. Il diritto di imparare la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi di CivicoZero Onlus destinata ai Corsi di Lingua italiana in favore dei minori stranieri non accompagnati. Partire dall’apprendimento della lingua italiana per garantire un reale percorso di inclusione nella nostra società. La scuola di italiano di CivicoZero Onlus garantisce ai giovani beneficiari dell’intervento la possibilità di accedere agli strumenti indispensabili per l’acquisizione di nuove competenze linguistiche: partendo dall’alfabetizzazione di base e adottando un approccio linguistico comunicativo e partecipativo, favorisce percorsi positivi di socializzazione e integrazione. La conoscenza della lingua, inoltre, permette di esprimere bisogni, necessità, problematiche e di comprendere quali siano i diritti loro riconosciuti – in qualità di msna - sul territorio italiano. Primo appuntamento al Grandma, via dei Corneli, 25/27, domenica 26 gennaio 2020 dalle ore 19.

Al via Zeroscuola. Il diritto di imparare la campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi di CivicoZero Onlus destinata ai Corsi di Lingua italiana in favore dei minori stranieri non accompagnati. Partire dall’apprendimento della lingua italiana per garantire un reale percorso di inclusione nella nostra società. La scuola di italiano di CivicoZero Onlus garantisce ai giovani beneficiari dell’intervento la possibilità di accedere agli strumenti indispensabili per l’acquisizione di nuove competenze linguistiche: partendo dall’alfabetizzazione di base e adottando un approccio linguistico comunicativo e partecipativo, favorisce percorsi positivi di socializzazione e integrazione. La conoscenza della lingua, inoltre, permette di esprimere bisogni, necessità, problematiche e di comprendere quali siano i diritti loro riconosciuti – in qualità di msna - sul territorio italiano. Primo appuntamento al Grandma, via dei Corneli, 25/27, domenica 26 gennaio 2020 dalle ore 19.
(https://www.facebook.com/events/1502243613266245/)

“Risulta fondamentale – afferma Laura Cucinelli, Direttore della Cooperativa CivicoZero Onlus – far sì che una volta avviato, questo percorso non venga bruscamente interrotto, privando i ragazzi di un’opportunità di crescita determinante per le sorti del loro futuro. A Civico accogliamo quotidianamente giovani che arrivano a Roma con un bagaglio di esperienze personali molto spesso devastanti. Qui, partendo dalla scuola, li aiutiamo a ritrovare la propria dimensione di adolescenti e a ricostruire il proprio sé, accompagnandoli in un percorso finalizzato all’autonomia”.
La campagna ZeroScuola il diritto di imparare prevede diversi eventi di raccolta fondi ed iniziative benefiche che saranno realizzate nel corso del 2020 grazie alla preziosa collaborazione di realtà virtuose del territorio romano quali l'osteria GrandMa, Moggio Vineria, Come Se Gallery Bar e Ex Circus.

Il primo appuntamento è fissato per domenica 26 gennaio alGrandMa: nel cuore del Quadraro Vecchio, il locale ospiterà un aperitivo con DJ set, parte del cui ricavato sarà devoluto a CivicoZero Onlus. La serata sarà intervallata dalla lettura di alcuni brani tratti dai Griot (pubblicazione periodica del laboratorio di scrittura di CivicoZero)che ha ispirato lo stesso Chef e proprietario Lorenzo Leonetti per la realizzazione di un piatto speciale, il Griot. Per tutta la durata della campagna, scegliendo dal nuovo menu il piatto Griot, i clienti dell’osteria sosterranno la Scuola di Italiano di CivicoZero Onlus, aiutando decine e decine di ragazzi ad imparare l'italiano e a realizzare il proprio futuro ed i propri sogni.
“Da anni conosco e collaboro con CivicoZero Onlus e l’idea di creare per loro un piatto - Pollo stufato alla mediorientale con cipolle rosse agrodolci e mandorle tostate, servito con pita a lievitazione naturale cotta in piastra - dedicando parte del ricavato alla raccolta fondi per la campagna ZeroScuola il diritto di imparare, mi ha entusiasmato fin da subito. Non vedo l’ora di sperimentare questa nuova forma di collaborazione per sostenere Civico coinvolgendo anche i clienti dell’osteria, oltre che attraverso gli inserimenti formativi già avviati con alcuni ragazzi.”

CivicoZero Onlus
La Cooperativa CivicoZero Onlus si impegna ogni giorno per offrire supporto, orientamento e protezione a minori stranieri non accompagnati e neomaggiorenni che, giunti soli in Italia, si trovano in situazioni di marginalità sociale, a rischio di devianza, sfruttamento e abuso. Garantisce loro il miglioramento delle condizioni di vita ed il rispetto dei loro diritti, accogliendoli in un luogo protetto e agendo attraverso un intervento multidimensionale. Al fine di offrire un’opportunità che risponda alle esigenze specifiche di ogni ragazzo, la metodologia adottata è stata costruita negli anni sulla base dell’impegno quotidiano e della costante analisi dei bisogni ed è frutto di azioni e processi di rete con servizi territoriali ed istituzioni che si occupano dei minori soli in Italia.

Contatti
Silvia Alesi | Comunicazione e Ufficio Stampa
CivicoZero Soc. Coop. Soc. Onlus | Via dei Bruzi, 10 - 00185 Roma, Italia
silvia.alesi@civicozero.eu |www.civicozero.eu|  347 2434799

 

 

Categorie: Intercultura

Tango, passione, gioco, suoni, colori, movimenti ed emozioni

Roma Multietnica - Mar, 07/01/2020 - 11:13

Venerdì 10 gennaio 2020 dalle 18.30 alle 20.30 in via Veneto, 7, la Casa Argentina invita all'incontro Tango, passione, gioco, suoni, colori, movimenti ed emozioni. Partecipano Maria Laura Villalba, cantante e musicista, eduardo Moyano, ballerinoe cantante, Alessia Rorato, pianista, Mariano Navone, bandoneon e ballerino e Victoria Arenillas, ballerina.

Venerdì 10 gennaio 2020 dalle 18.30 alle 20.30 in via Veneto, 7, la Casa Argentina invita all'incontro Tango, passione, gioco, suoni, colori, movimenti ed emozioni. Partecipano Maria Laura Villalba, cantante e musicista, eduardo Moyano, ballerinoe cantante, Alessia Rorato, pianista, Mariano Navone, bandoneon e ballerino e Victoria Arenillas, ballerina.

Casa Argentina
via Veneto, 7

Categorie: Intercultura

À travers Dakar 3. Festival del Cinema africano

Roma Multietnica - Mar, 03/12/2019 - 12:20

Venerdì 6 e sabato 7 dicembre 2019 al Nuovo Cinema Aquila, Via l’Aquila 66, arriva la terza edizione del Festival del Cinema africano À travers Dakar: visioni autentiche di Africa e ritorni. Il tema della terza edizione è il ritorno: non solamente quello fisico, obbligato o consapevole, ma anche il ritorno immaginario, allegoria e metafora, il ritorno fantasmatico e il ritorno impossibile. Questa terza edizione del festival prosegue un viaggio coraggioso, inaugurato nel 2016 che, in epoca di barriere e populismi, sceglie il cinema come linguaggio privilegiato per proporre un altro immaginario delle migrazioni e delle metropoli contemporanee. I film sono stati selezionati – attraverso la piattaforma Filmfreeway (ne sono arrivati circa 100) – da una commissione presieduta dal regista senegalese Mamadou Khuma Gueye. L’ingresso è gratuito. 

Venerdì 6 e sabato 7 dicembre 2019 al Nuovo Cinema Aquila, Via l’Aquila 66, arriva la terza edizione del Festival del Cinema africano À travers Dakar: visioni autentiche di Africa e ritorni. Il tema della terza edizione è il ritorno: non solamente quello fisico, obbligato o consapevole, ma anche il ritorno immaginario, allegoria e metafora, il ritorno fantasmatico e il ritorno impossibile. Questa terza edizione del festival prosegue un viaggio coraggioso, inaugurato nel 2016 che, in epoca di barriere e populismi, sceglie il cinema come linguaggio privilegiato per proporre un altro immaginario delle migrazioni e delle metropoli contemporanee. I film sono stati selezionati – attraverso la piattaforma Filmfreeway (ne sono arrivati circa 100) – da una commissione presieduta dal regista senegalese Mamadou Khuma Gueye. L’ingresso è gratuito. 

Anche quest’anno abbiamo scelto di dar voce alla visione autentica dei protagonisti del cinema africano, capace di smontare stereotipi e abusate rappresentazioni e restituirci la complessità e la vivacità del contemporaneo. Dopo una call lanciata nella scorsa primavera in Africa, abbiamo selezionato e sottotitolato in italiano, sette lavori fra corto e medio-metraggi di registi provenienti da diverse realtà africane. Ne è venuta fuori una piccola rassegna originale, variegata e ricca di spunti con contributi che spaziano da una narrazione più allegorica a veri spaccati di cultura pop, a riflessioni su vecchie e nuove schiavitù, a film/inchiesta del nuovo cinema politico africano. Senza dimenticare le lacerazioni e la portata esistenziale e insieme sociale dei viaggi di andata e ritorno. Visioni immerse nei colori, nei suoni nelle contraddizioni delle vivacissime capitali africane, misere e ricche di energie che premono per essere liberate. La seconda giornata del festival ospiterà la presentazione del quaderno del reddito n. 10 del BIN Italia dedicata a Reddito di base in Africa,  a cura di Sandro Gobetti, Luca Santini e Federico Maggiuli. Riflessioni su un’Africa che, fra povertà estreme e grande sperequazione di risorse, sta dimostrando al pianeta come la proposta di un reddito di base sia all’altezza dei tempi che viviamo. La direzione artistica del festival quest’anno è di Mamadou Khuma Gueye, regista senegalese il cui lavoro nasce da un percorso di militanza, dall’impegno di portare il cinema nelle banlieu di Dakar, di avvicinare giovani che non si possono permettere una formazione accademica o tecnica professionale, al linguaggio cinematografico e ai suoi strumenti.
Il festival è organizzato da Roma-Dakar e Progetto Diritti con l’importante collaborazione del Bin Italia, e patrocinato da Regione Lazio e Comune di Roma.

Programma:
6 dicembre 2019
18.00 presentazione del festival + teaser di Mamadou Khouma Gueye
18.15 Zombies (Baloji) (15 min)
18.45 Ordur (Momar Talla Kandji) (20 min)
19.15 Migrants, migrer, le retour impossible di Abdou Lahat Fall (1h)

7 dicembre 2019
16.30 Presentazione del Quaderno del reddito numero 9, Reddito e Africa (Asterios editore), a cura del Bin-Italia Basic Income Network
18.00 presentazione del festival + teaser di Mamadou Khouma Gueye
18.15 Clando bi (20 min)
18.40 Common past (Kady Diedhiou) (10 min)
19.00 Puulagu (Omar Ba) (30 min)
19.40 Sega (Idil Ibrahim) (30 min)

Presenta Mary Cortese

Con Progetto Diritti e Bin-Italia
Con il patrocinio di Regione Lazio e Comune di Roma

Direttore artistico Mamadou Khouma Gueye
Coordinatore Gianmarco Mecozzi
Coordinatrice Mary Cortese

Nuovo Cinema Aquila, Roma, Pigneto
Via l’Aquila, 66/74
info@romadakar.org
www.romadakar.org

Categorie: Intercultura